Ascoltavo le maree, Guido Mattioni



Dimensione testo » Aumenta | Riduci


 

Ascoltavo le maree, la recensione

finalista ai Global eBook Awards

Ascoltavo le maree

LA SCHEDA

Titolo: Ascoltavo le Maree (Whispering Tides)
Autore: Guido Mattioni
Editore: Lulu Pr (da marzo 2013 INK)
Genere: Narrativa Contemporanea
Anno: gennaio 2012
Pagine: 266
Prezzo: 21,34€
Social: Profilo FacebookPagina romanzoContatto Twitter

 
 
 
 

Ascoltavo le maree (Whispering Tides nella sua versione inglese) è il titolo del mio romanzo di esordio nella narrativa dopo una carriera giornalistica ultratrentennale conclusa nel 2011 come caporedattore e inviato speciale. Al mio attivo ci sono due libri di saggistica: Il leone su Vienna (Edizioni dell’Istituto, Udine, 1981) dedicato alla missione di Gabriele D’Annunzio, mentre in veste di “ghost writer” ho scritto l’autobiografia del superconsulente svizzero Egon Zehnder, intitolata I manager si scelgono così (Mondadori, 1990).

Perché un esordio triplice ? Perché oltre a essere la mia prima volta nella narrativa, lo è stata anche nel nuovo settore degli eBook, così come in quello di autore in lingua straniera. La mia prima piattaforma editoriale è stata la Smashwords di San Jose, un colosso della Silicon Valley che oltre alla vendita diretta attraverso il proprio sito, distribuisce i titoli presso le più prestigiose librerie virtuali del settore. Oggi i miei eBook, in entrambe le lingue, sono in vendita presso Amazon, Apple iBookstore, Barnes&Noble, Sony, Kobo, Diesel e Baker and Taylor. Il romanzo è ordinabile anche in versione stampata “on demand” su Amazon (soltanto in inglese), e solo in italiano su ilmiolibro, su Feltrinelli, oppure direttamente in qualsiasi libreria della catena Feltrinelli.

Dal 1 marzo 2013 Ascoltavo le maree sarà in vendita in tutta Italia, in italiano, con il marchio INK (distribuzione Messaggerie e promozione Newton Compton/DeAgostini) di Francesco Bogliari, casa editrice milanese Media & Co., già attiva nella saggistica con i marchi Metamorfosi e Mind.

L’edizione inglese, Whispering Tides, è stata nella rosa dei Finalisti in corsa per i Global eBook Awards che sono stati assegnati il 18 Agosto 2012 a Santa Barbara, in California. Ero l’unico autore italiano iscritto – su mille iscritti di 16 Paesi – candidato a uno dei premi considerati come gli Oscar mondiali dell’editoria online.

A Novembre, con la stessa edizione in inglese, sono risultato Finalista anche degli USA Best Book Awards di Los Angeles.

Whispering Tides è stato menzionato nella rubrica Great Reads della Blue Lake Review, rivista letteraria dello Stato di New York e sul magazine bimestrale Southern Writers (Tennessee). Altre interviste sono uscite sulla rivista letteraria Black Heart di Austin, Texas e sul web-magazine I-Italy pubblicato a New York. Oltre alla recensione sulla prestigiosa Southern Literary Review di Alpharetta (Georgia) vorrei ricordare quella, più che lusinghiera, scritta dalla professoressa Olimpia Pelosi dell’Università di New York at Albany sulla rivista Annali di Italianistica diretta dal professor Dino Cervigni (Università di Chapel Hill, North Carolina).

Una menzione è uscita sulla newsletter di IAWA, l’Associazione degli scrittori italo americani con sede a New York e su alcuni organi di stampa e online delle maggiori comunità italiane in Usa, Canada, Venezuela e Sud Africa. Personalmente, sono stato accolto come Featured Author da Indies Unlimited, il sito web di una delle principali associazioni americane di scrittori indipendenti ed autoprodotti e come membro nel gruppo di storySouth, rivista letteraria legata all’Università di Greensboro, nel South Carolina.

Whispering Tides è stato inoltre scelto per essere inserito tra i titoli presenti nelle biblioteche di due università del New Jersey, Monclair State e Seton Hall, in quella di Albany (NY) e, ad Atlanta, alla Georgia State, dove l’edizione originale in italiano è stata adottata come testo di studio nei corsi di lingua italiana del professor Richard Keatley (Modern and Classical Languages Department).
La presentazione ufficiale si è svolta il 1 Novembre scorso nel campus di Atlanta.

 

 
 

Sinossi:

Distrutto dalla tragica e improvvisa morte della moglie Nina – dopo 23 dolcissimi anni di vita insieme – Alberto Landi capisce di dover abbandonare Milano, città nella quale ha sempre vissuto e lavorato. Lascia gli amici, i colleghi e un buon lavoro, ma soprattutto dice addio senza rimpianti a quella metropoli inquinata e superficiale che lui non ha mai amato e che adesso gli è diventata ancora più intollerabile di prima. Ha cinquant’anni, è completamente solo ed è soprattutto confuso. Ha una sola certezza: quella di dover fuggire lontano, molto lontano, oltre Oceano, nell’unico luogo che lui e Nina avevano sempre amato insieme e dove avevano tante volte sognato di poter vivere un giorno. Approda così a Savannah, in Georgia. Qui, in un paradiso naturale governato dal respiro immutabile delle maree, impara a fare tesoro delle lezioni quotidiane apprese alla libera scuola di Mother Nature e a riapprezzare la Memoria, per gioiosa o dolorosa che essa possa essere. Un giorno dopo l’altro Alberto comincia a ritrovare se stesso. E grazie all’aiuto di tanti cari amici – umani a volte deliziosamente un po’ folli, ma anche animali dalla profonda saggezza – inizia a ricostruire una nuova vita. Il suo sogno diventa realtà fino al giorno in cui si sveglia una mattina scoprendo che…

 
 

Guido MattioniGuido Mattioni è nato ad Udine nel 1952 e vive a Milano dal 1978. Ha svolto per 34 anni la carriera di giornalista in qualità di cronista, caporedattore, vicedirettore ed inviato speciale. Sposato con Maria Rosa, medico oncologo. Dal 1998 è cittadino onorario di Savannah, meravigliosa città coloniale della Georgia, luogo in cui è ambientato “Ascoltavo le maree”.
 

 
 

 

copertina: © Lulu pr

 
 
 

Condividi l'articolo su...


    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>